Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi, contenuti personalizzati e annunci.

Art. 1
E' costituita la Società Scientifica storicamente denominata ASSOCIAZIONE ITALIANA PNEUMOLOGI OSPEDALIERI (AIPO) aperta agli Pneumologi ovunque essi operino e alle figure previste all'Art. 5.
L'Associazione è libera, indipendente dalla politica ed autonoma nei confronti delle altre associazioni mediche.
L'Associazione non svolge direttamente o indirettamente attività finalizzata alla tutela sindacale degli Associati.
Il Logo dell'Associazione è quello che compare sulla copertina della rivista "Rassegna di Patologia dell'Apparato Respiratorio".

Art. 2
L'Associazione, che non ha scopo di lucro né attività imprenditoriali, persegue finalità culturali e formative, nel campo socio-sanitario.
Le sue attività consistono nel:

  • Promuovere la salute respiratoria dei cittadini, stimolando ed attuando programmi di prevenzione primaria e secondaria, contribuendo all'assistenza delle persone con patologie respiratorie;
  • Promuovere l'attività scientifica, didattica e culturale nel campo della Pneumologia mediante iniziative quali la pubblicazione di libri e riviste e la progettazione di convegni, corsi e congressi;
  • Progettare e realizzare attività di aggiornamento professionale e programmi annuali di attività formativa ECM rivolti agli Associati;
  • Promuovere l'elaborazione di documenti e linee guida in collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni, l'Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali, le Aziende Sanitarie e gli altri organismi ed istituzioni sanitarie pubbliche;
  • Elaborare nell'ambito dei piani di programmazione sanitaria nazionale e regionale, proposte ed obiettivi, per quanto attiene il ruolo, le funzioni e lo sviluppo della specialità, nell'ambito dei piani di programmazione sanitaria nazionale e regionale;
  • Promuovere studi clinici, ricerche scientifiche finalizzate e rapporti di collaborazione con altre Società ed organismi scientifici, nazionali ed internazionali;
  • Promuovere ed attivare sistemi di verifica e della qualità delle attività ECM progettate e svolte;
  • Collaborare con le associazioni dei Pazienti al fine di migliorare la salute respiratoria.

L'Associazione potrà dotarsi degli strumenti ritenuti idonei per il raggiungimento dei fini sociali, compresa la partecipazione in Società legalmente costituite nella forma di Società di Capitali, Enti, Consorzi, Società Consortili, Associazioni a carattere scientifico, Fondazioni, Federazioni, purché con finalità, anche indirettamente analoghe alle proprie, comunque utili al raggiungimento degli obiettivi scientifici e culturali peculiari.

Oltre alle quote annuali versate dagli Associati, l'Associazione potrà accettare, previa autorizzazione del Consiglio Direttivo Nazionale, contributi e liberalità sotto qualunque forma, per finanziare le proprie attività scientifiche ed i programmi di formazione ECM, purché non configurino conflitto di interesse con il S.S.N.

L'Associazione non può accettare contributi e liberalità da parte di Organismi o Enti che indirettamente o direttamente possono ricondurre all'industria del tabacco.

Art. 3
L'Associazione ha sede in Milano e si articola in Sezioni Regionali.

Art. 4
La durata dell'Associazione è stabilita fino al 31 dicembre 2050 e potrà essere prorogata, anche tacitamente, per ulteriori dieci anni od espressamente, per quella durata, anche illimitata, che sarà deliberata dell'Assemblea dei Soci.